Era il 12 luglio del 1974 la famiglia Di Cesare festeggia il titolo Isef del figlio Isaia, quando papà Dario tira fuori l'idea di costituire una società sportiva. La cosa entusiasmo tutti poiché i nostri atleti aquilani dovevano gareggiare con Sulmona, con faticosi spostamenti in treno e con Pescara; nel frattempo a L'Aquila allenavamo dei giovani del Liceo Scientifico su invito del mitico prof Mario Certo. Era giunto il momento di ricostituire qualcosa a L'Aquila.

Con un gruppo di amici e conoscenti costituimmo l'associazione "La Mia Ginnastica" la denominazione chiaramente voleva dire che avevamo idee particolari sullo sport, specie sullo " sport per tutti" molto in voga all'ora, dove ognuno avrebbe potuto farlo con gli obbiettivi che riteneva utili per se stesso: starbene, dilettanti, agonisti. In seguito modificammo la denominazione in "Nuova Atletica L'Aquila" e successivamente nella mitica "L'Aquila 80", in cui riunimmo in torno a noi tutti i movimenti atletici aquilani. Questa sigla ci ha regalato grandi soddisfazioni in campo nazionale, ma paradossalmente la crescita dei migliori atleti ci portò ad avere grandi problemi economici, per cui i migliori dovettero vestire maglie diverse: Torino, Roma, Pescara.

Così decidemmo che il nostro obiettivo poteva essere quello di valorizzare i giovani e gli atleti aquilani e non, anche di altri sport. E fu allora che il comune ci assegnò la palestra della piscina comunale dove abbiamo lavorato con tanti grandi rugbisti, tennisti, pattinatori, pallavolisti e naturalmente l'atletica regina. Poi abbiamo ritenuto di mettere a disposizione dello " sport per tutti" le metodologie scientifiche che apprendevamo con anticipo anche di dieci anni, lavorando ad alti livelli internazionali.

E' nato così nel 1989 il Centro Studi  My Gym dove My Gym è la contrazione della traduzione inglese dell'originaria La Mia Ginnastica, nella mitica sede di Via Lanciano 13 dove abbiamo lavorato per vent'anni. In seguito al sisma del 2009 siamo stati costretti a trasferirci nell'attuale sede in Via Durini.

La MY GYM è stata fortemente voluta dal professor Isaia Di Cesare, per anni il suo referente tecnico.
Quest'ultimo ha insegnato all'Isef di L'Aquila tra il 1980 1981, successivamente diviene allenatore della Nazionale di Atletica Leggera dal 1981 al 1989; responsabile della preparazione fisica della Federazione Rugby dal 1995 al 2002, preparatore atletico della nazionale di rugby in staff con Coste, Massimo Mascioletti, Piergiorgio Desiati con la conquista della prima coppa Europa nel 1997 vincente con la Francia a Grenoble, con l'Irlanda e con la Scozia e conseguente ammissione dell'Italia al Sei Nazioni. Nel 1994  vince con L'Aquila Rugby lo scudetto battendo il fortissimo Milano.  

Preparatore fisico di:

Concetta Milanese (atletica) 7 volte campionessa Italiana assoluta,

Paolo Perrotti nazionale di Bob e campione universitario di atletica,

Betty Biavaschi (sci) 2 volte campionessa d'Italia erroneo in coppa del mondo 2001,

Fabio Andreassi (atletica) campione assoluto di velocità,

Katia Piccolini (tennis) 3 volte consecutive Campionessa d'Italia assoluta,

Silvia Farina (tennis) da numero 300 a numero 29 del Mondo e ancor' oggi numero 1 d'Italia.


Il professor Isaia Di Cesare è venuto a mancare nel Marzo 2013, lasciando un vuoto incolmabile; la città dell'Aquila per riconoscenza gli ha intitolato il campo di atletica nel Maggio 2014. Alla nostra associazione non resta altro che portare avanti i suoi insegnamenti con la stessa sua passione e dedizione.Un grazie particolare al nostro Piergiorgio Desiati per i suoi consigli nell'alimentazione e integrazione. Ad oggi siamo fieri dei nuovi risultati ottenuti nelnuoto con Camilla Capannolo, nel rugby con il nuovo progetto per le giovanili della Polisportiva L'Aquila Rugby che ha come obiettivo la formazione dei giovani atleti alcuni dei quali si sono affermati in campo nazionale, nel rugby femminile, nel pattinaggio, nel basket, nel calcio, nello sci. Soprattutto siamo orgogliosi del calore, la fiducia e il sostegno dimostratoci dai nostri soci più affezionati.